Vegani imbruttiti

Ok, l’avete voluto voi, parliamone. A me sta bene tutto, chi lotta per la Tav, chi sostiene il femminismo moderno, chi suona al mio campanello di sabato mattina per vendermi un Folletto o farmi credere nell’imminente fine del mondo. E mi può pure stare bene chi mette un banchetto fuori dal Circo Orfei per invitarmi a non entrare. Però mi sembra che un certo gruppetto di attivisti stia un po’ troppo calcando la mano. Che io sia additata come stronza carnefice perché mi mangio un hamburger fuori da un bar mi pare alquanto eccessivo. Che io indossi un collo di pelliccia e qualcuno si permetta al ristorante di venirmi a disturbare e con tono alquanto incazzoso, mi si rivolga con sdegno, mi fa alquanto sbarellare. Voi vegani, naturisti, nuove frontiere di piccoli personaggi non più vestiti d’arancione ma di poliestere potete fare tutto quel cazzo che vi pare, basta che il vostro pensiero non diventi l’infastidire il mio, basta che la vostra causa non sconfini nella mia libertà di scelta, basta che il vostro movimento non abbia come priorità l’insultare chi non avvalli il vostro pensiero e non precluda a me di uscire tranquillamente o di darvi la libertà di rompere le balle a chiunque quell’interesse così viscerale non ce l’ha come priorità di vita. Fate come fanno da anni i Testimoni di Geova, andate e promuovete il vostro pensiero…mai visto un Testimone di Geova che mi suoni il campanello e mi dica ” tè cretina, dai mica crederai a quelle balle cristiane, apri che ti spiego un paio di cose, pirla!” O che incontrandomi per strada e notando al mio collo un crocefisso, cominci un turpiloquio condito di auguri per morte tra atroci sofferenze. Le lotte si fanno rispettando gli altri, esaltando il principio primario per il quale si è scelto di sposare quella causa e mai scontrandosi violentemente con chi non la pensa come voi. Quella cari miei, si chiama dittatura e di crociate sanguinarie i libri di storia sono pieni ma nessuna di esse verrà mai raccontata con un retrogusto che sa di pace e di benevolenza. Il voler violentemente inculcare un dogma o ritenersi esseri eletti perché illuminati da qualsiasi principio di alleanza e solidarietà, sia esso nei confronti degli animali o degli esseri umani non è un sano principio, non ritenetevi molto meglio di noi carnivori. Credo che qualcuno stia travisando un po’ troppo e che tutto questo fervore ora stia sconfinando in patologia mentale. Attenzione, che le penne andando avanti così, ce le lasciate voi…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...